Malattie dell'apparato circolatorio

L’apparato circolatorio è l'insieme degli organi deputati al trasporto del sangue il cui compito principale è quello di apportare alle cellule dell’organismo l’ossigeno, i nutrienti e più in generale tutti gli elementi necessari al loro sostentamento. In un’accezione più ampia, oltre il sangue si comprende anche la linfa. È costituito pertanto dai vasi sanguigni (arterie, vene e capillari) e dai vasi linfatici, oltre che dagli organi emopoietici e linfatici che sono preposti alla continua produzione degli elementi figurati presenti nel sangue (globuli rossi, globuli bianchi, piastrine) e nella linfa.

L’apparato circolatorio non può prescindere dal cuore che, con la sua funzione di pompa, spinge il sangue nei vasi sanguigni: si parla pertanto di apparato cardiocircolatorio o cardiovascolare. Con una metafora, potremmo dire che l'apparato circolatorio costituisce il "sistema stradale" attraverso il quale vengono veicolati sangue e linfa, mentre il cuore è l'organo propulsore

Le malattie che interessano i vasi sanguigni (quindi arterie e vene), i vasi linfatici e gli organi emopoietici sono numerosissime e il loro esame esula dalle possibilità di questa breve scheda informativa. Tuttavia, per ulteriori dettagli, rimandiamo alle schede in materia presenti sul sito, tra le altre: aneurisma delle arterie viscerali, arteriopatia periferica e arteriopatia ostruttiva cronica periferica (AOCP), embolia arteriosa periferica, insufficienza venosa, linfomi, sindrome da embolizzazione multipla da colesterolo, trombo-embolismo venoso, trombosi, trombosi venosa, trombosi venosa profonda degli arti inferiori (TVP), ulcere vascolari degli arti, vasculopatie periferiche arteriose e venose.