Tachicardia

La tachicardia è un tipo comune di aritmia, ovvero di disturbo del ritmo, in cui il cuore, a riposo, batte più velocemente del normale. La frequenza cardiaca aumenta normalmente durante l'esercizio fisico o come risposta fisiologica a stress, traumi o malattie. Ma con la tachicardia, il cuore batte più velocemente nelle camere superiori (atri) o inferiori (ventricoli) o entrambe, quando è a riposo, ovvero quando il cuore dovrebbe battere a un ritmo fra i 60 ai 100 battiti al minuti. La frequenza cardiaca è controllata da segnali elettrici inviati attraverso i tessuti cardiaci. Quando un'anomalia nel cuore produce segnali elettrici rapidi che accelerano la frequenza cardiaca, si verifica tachicardia. In alcuni casi la tachicardia, se non trattata, può interrompere la normale funzione cardiaca e portare a gravi complicazioni, come insufficienza cardiaca, ictus, arresto cardiaco improvviso. Trattamenti farmacologici o interventi chirurgici possono aiutare a controllare un battito cardiaco accelerato e a gestire altre cause che contribuiscano a questa aritmia. Sono diversi i tipi di tachicardia, classificati in base all'origine: fibrillazione atriale (con impulsi elettrici nelle camere superiori del cuore), che è il tipo più comune di tachicardia; flutter atriale (con gli atri che battono a un ritmo regolare ma molto velocemente); tachicardia sopraventricolare; tachicardia ventricolare; fibrillazione ventricolare (potenzialmente fatale se il cuore non iene ripristinato tramite defibrillazione), che può verificarsi durante o dopo un infarto. Quando il cuore batte troppo velocemente i sintomi possono essere respiro corto, vertigini, palpitazioni, dolore al petto o sincopi. Per alcune persone non si presentano sintomi e la tachicardia viene scoperta strumentalmente tramite elettrocardiogramma. Fattori di rischio sono patologie cardiache, pressione sanguigna alta, apnee notturne, ipertiroidismo, diabete. Uno stile di vita sano e una dieta regolare sono fondamentali per la prevenzione. I trattamenti sono di vario tipo, a seconda dell'entità e della localizzazione nel cuore del problema e vanno dalle terapie farmacologiche a procedure di ablazione (distruzione del tessuto cardiaco responsabile dell'aritmia).