Aritmia cardiaca

Le aritmie cardiache sono alterazioni, anomalie del battito del cuore, che riguardano sia il ritmo, cioè il numero di battiti cardiaci al minuto, sia l’impulso elettrico responsabile della contrazione del muscolo cardiaco. Possono essere di diversa tipologia e sono correlate al tipo di disturbo che le genera; possono essere congenite (presenti sin dalla nascita) oppure acquisite (principali cause: abuso di alcol, droghe o fumo, eccessiva assunzione di caffeina, ipertiroidismo, assunzione di alcuni farmaci).

I sintomi sono variabili e sono correlati alla causa, i principali possono essere: tachicardia, battito irregolare, dolore toracico, ansia, vertigine, senso di debolezza.

La diagnosi viene effettuata nel corso di una visita cardiologica con la misurazione del polso e l’esecuzione di esami strumentali quali elettrocardiogramma, elettrocardiogramma dinamico Holter (monitoraggio per 24/48 ore).