IRCCS Pavia, nuovo Blocco operatorio e nuova Accettazione

Un moderno blocco operatorio e nuovi spazi di accoglienza all'IRCCS Pavia, aperti al pubblico con semplice benedizione del vescovo di Pavia, mons. Sanguineti, e la partecipazione di una rappresentanza del personale. L'a.d. Mario Melazzini: "Non potevamo festeggiare dopo la pandemia".

Con la benedizione del vescovo monsignor Corrado Sanguineti è stata aperta al pubblico questa mattina la nuova Area Accettazione e il nuovo blocco operatorio dell’IRCCS Maugeri di Pavia. Nessuna cerimonia di inaugurazione, solo una preghiera, per volontà del management, come ha spiegato nel suo intervento l’amministratore delegato degli Istituti Clinici Scientifici Mario Melazzini. “Abbiamo attraversato col sistema Paese quattro mesi sconvolgenti, e Maugeri ha messo in campo tutte le forze del suo straordinario personale per fornire risposte di salute contro un nemico inizialmente sconosciuto, che abbiamo imparato ad affrontare, che è ancora presente. Non potevamo festeggiare il completamento di lavori per noi importanti", ha detto Melazzini davanti a una rappresentanza del personale, "perché la nostra parte emotiva mescola ancora con le immagini di gioia per chi ha superato la pandemia col quelle di dolore per chi non ce l’ha fatta. Abbiamo voluto un momento di preghiera, per questo territorio ancora scosso, per il nostro personale, che non finirò mai di ringraziare per la generosità con la quale ha operato senza risparmiarsi, per condividere con loro questo nuovo inizio, prezioso perché migliora i servizi che possiamo offrire ai nostri pazienti”.   

Monsignor Sanguineti, ringraziando “l’amministratore e l’amico Melazzini”, aveva ricordato ed elogiato il lavoro della Maugeri sul fronte dell’emergenza Covid: “"Il mondo sanitario deve sempre mettere l'uomo al centro: questo vale per i pazienti, per i medici e per il personale", ha poi detto il vescovo, prima di impartire la benedizione.

Ad accoglierlo, insieme a Melazzini, anche il nuovo direttore dell’Istituto, Giuseppe Laganga Senzio, e il presidente di ICS Maugeri e di Fondazione Salvatore Maugeri, Gualtiero Brugger, il quale ha parlato dei nuovi spazi e delle nuove strutture come di “un investimento che conferma il nostro desiderio di accrescere la capacità di servire i pazienti”.

Nella foto sottostante: il vescovo Sanguineti, con l'a.d. Melazzini, in una delle nuove sale operatorie, con l'ingegner Alessandro Vaccarella, responsabile Patrimonio di ICS Maugeri.