Polipatologie

Con il termine Polipatologia ci si riferisce alla co-presenza di due o più disturbi, spesso a carattere cronico (per esprimere lo stesso concetto si usa anche il termine co-morbilità). Un disturbo diventa cronico quando i suoi sintomi non migliorano nel tempo; sono comunque possibili fasi di miglioramento seguite da fasi di peggioramento, ma i sintomi persistono. Per maggiori dettagli sulla cronicità, vedi patologie croniche avanzate.

Le polipatologie colpiscono con maggiore frequenza la popolazione più anziana, e ciò anche per via dell’aumento dell’aspettativa di vita. Si stima, infatti, che un terzo degli individui sopra i 65 anni e un quarto degli individui sopra gli 80 soffrano di più malattie contemporaneamente, caratterizzate per lo più da un andamento cronico.

Spesso, un processo morboso a carico di un organo/un apparato/un sistema complica il normale funzionamento di un altro in un circuito a catena che può spiegare la polipatologia; non solo, a complicare la gestione e il trattamento delle singole patologie ci sono fattori di confondimento, in quanto i sintomi di una malattia vengono spesso nascosti da un’altra malattia, o si sovrappongono, e lo stesso vale per i fattori di rischio.

Anche la terapia risente di questi problemi, in quanto la sovrapposizione di più farmaci pone numerosi problemi: dalla semplice gestione della terapia (che può rivelarsi complessa, specie nell’anziano) agli effetti collaterali e alle interazioni tra farmaci che più sono i farmaci in corso di assunzione e più sono probabili.

Nell’impossibilità di fare un elenco delle patologie sovrapponibili (potenzialmente, tutte lo sono), rimandiamo il lettore a schede informative più specifiche in questo stesso sito (tra cui patologie cardiologiche, patologie del sistema nervoso centrale o periferico, patologie dell’apparato osteoarticolare, patologie disabilitanti motorie, patologie internistiche, patologie muscoloscheletriche, patologie neurologiche, patologie neuromuscolari, patologie non guaribilipatologie ostruttive, patologie restrittive, patologie reumatiche, patologie vascolari, patologie vertebrali).