Malattie degenerative delle articolazioni

Le articolazioni sono strutture del corpo che collegano fra loro due o più ossa, fornendo stabilità allo scheletro e consentendone il movimento. La giunzione è di tipo indiretto ovvero mediata da cartilagine, liquido (sinoviale) o tessuto fibroso. Qualora si verifichino infiammazioni che degradano la cartilagine o usure tali da danneggiare le ossa, le articolazioni possono incorrere in patologie (artropatie) che nei casi più gravi sono di tipo degenerativo. La più comune e invalidante artropatia degenerativa è l’artrosi (o osteoartrosi), principale causa di dolore articolare cronico in tutto il mondo. L’artrosi è caratterizzata da una progressiva erosione della cartilagine articolare che viene sostituita da nuovo tessuto osseo. La causa della malattia non è solo di natura infiammatoria: in soggetti che presentano una predisposizione genetica (artrosi idiopatica), l’artrosi può infatti essere legata ad alterazioni biochimiche e metaboliche della cartilagine. Ulteriori cause possono essere anche traumi, interventi chirurgici o l’invecchiamento. Fattori ambientali che predispongono alla malattia sono stress biomeccanico, obesità e traumi articolari.

L’artrosi si manifesta con un dolore profondo e sordo ad articolazioni quali ginocchia, anche, dita di mani e piedi, colonna vertebrale (per lo più nella zona lombosacrale e cervicale). Caratteristiche comuni sono inoltre rigidità mattutina, rumori di scroscio articolare, limitazioni nel movimento e deformità articolari. Nel caso di artrosi alle mani, un fenomeno che interessa le donne ma non gli uomini è la presenza dei cosiddetti noduli di Heberden, ovvero sporgenze ossee che compaiono alle falangi distali. La sintomatologia dell’artrosi tende a peggiore nel corso degli anni.

La diagnosi viene fatta mediante analisi di laboratorio e radiografie che, col progredire della patologia, evidenzieranno una riduzione dello spazio fra i capi articolari dovuta all’erosione della cartilagine, nonché ispessimenti ossei, cisti ossee e presenza di escrescenze di tessuto osseo (osteofiti). L’artrosi è una malattia cronica e degenerativa le cui lesioni e deformità sono permanenti.

Sebbene non esista ancora una vera e propria cura, è possibile attuare una serie di trattamenti di tipo farmacologico, riabilitativo e chirurgico che possono alleviare i dolori, rinforzare la muscolatura di supporto e migliorare la funzionalità articolare. Anche una terapia a base di calore (per esempio ultrasuoni o bagni di paraffina) può aiutare ad alleviare temporaneamente il dolore, attenuando anche gli spasmi muscolari.