Malattia renale cronica MRC

La Malattia renale cronica MRC è una patologia molto diffusa nel mondo, con una prevalenza crescente nella popolazione in generale. I motivi di questo incremento sono numerosi:

  • invecchiamento della popolazione;
  • aumentata prevalenza di condizioni cliniche con elevato rischio di danno renale come Diabete mellito, Sindrome metabolica, Ipertensione arteriosa, Obesità, Dislipidemia;
  • maggiore attenzione alla diagnosi di tale patologia;
  • aumento della vita media e delle terapie che risolvono situazioni critiche. 

La MRC è pericolosa perché porta progressivamente alla riduzione della funzione renale e alla necessità di dialisi e/o trapianto e aumenta il rischio di complicanze cardiovascolari. 

Tra le condizioni che causano la MRC ci sono:

  • malattie propriamente renali come: Glomerulonefriti, Nefropatie congenite e tubulo interstiziali da farmaci, da mezzo di contrasto o ostruttive;
  • forme secondarie a malattie sistemiche come: Lupus, Amiloidosi, Sarcoidosi, Vasculiti ed infine il Diabete mellito e l’Ipertensione arteriosa.

I sintomi della MRC si sviluppano lentamente e sono evidenti soprattutto dallo stadio 3 in poi quando la funzione renale è ridotta a meno del 50%. I pazienti presentano aumento della creatininemia e dell’urea che sono anche i markers maggiormente utilizzati per valutare la funzione renale e Ipertensione arteriosa da aumento del volume extracellulare. Sono presenti  Anemia da carenza di eritropoietina e Acidosi metabolica per ridotta escrezione di acidi da parte del rene insufficiente. La riduzione della vitamina D e della funzione renale conducono a Ipocalcemia e Iperfosfatemia con associato quadro di Iperparatiroidismo e calcificazioni dei tessuti molli soprattutto dell’apparato cardiovascolare. Possono essere presenti sintomi aspecifici come astenia, prurito, malnutrizione, edemi e sintomi da interessamento di altri organi e apparati come la nausea e il vomito da Gastrite uremica, Dolore toracico secondario a Pericardite uremica, Dispnea da interessamento cardiaco e/o polmonare. 

La MRC è una malattia progressiva è quindi essenziale cercare di prevenirla o ridurne la progressione e le complicanze. 
Per questo motivo è necessario individuare i fattori di rischio modificabili come fumo, alcool, dieta non corretta, attività fisica e cercare di correggerli per prevenire l’insorgenza della malattia e effettuare la diagnosi precoce della patologia renale con esame urine e dosaggio della creatinina. 
Una volta istaurata la MRC è necessario identificare e trattare le alterazioni indotte dalla malattia che ne accelerano la progressione.