Lussazioni

La Lussazione è uno spostamento delle superfici articolari. La lussazione avviene quando, all'interno di un’articolazione, i capi articolari (le estremità delle ossa interessate all'articolazione) si spostano dalla loro posizione naturale. Il termine lussazione deriva infatti dal latino luxus e significa “andato fuori posto”, slogato.  Può essere completa quando i capi articolari interessati dall’evento non si toccano più, incompleta quando viene mantenuto un contatto. La lussazione può interessare tutte le articolazioni, ma quelle maggiormente coinvolte sono l’articolazione della spalla, del gomito, del ginocchio, dell’anca, e anche delle dita.

Le cause delle lussazioni possono essere traumatiche, patologiche e congenite (dalla nascita). Le più frequenti sono quelle causate da traumi, soprattutto durante la pratica sportiva: calcio, rugby, pallacanestro e pallavolo sono gli sport che mettono maggiormente a rischio le articolazioni.

I sintomi di una lussazione sono: gonfiore e deformazione dell’articolazione, impossibilità di movimento e dolore intenso.

Alla diagnosi di lussazione si arriva in genere rapidamente, in quanto il danno dell’articolazione è visibile e palpabile, ma è comunque necessario fare alcuni esami: radiografie e risonanza magnetica (RM) che possono anche evidenziare altre complicanze (come fratture delle ossa).

Il trattamento della lussazione deve essere molto rapido. È necessario intervenire al massimo entro 48 ore dall’infortunio per evitare di ricorrere all’intervento chirurgico per riposizionare i capi articolari che hanno subìto lo spostamento.

Il paziente verrà sottoposto a un riallineamento dell'articolazione (riduzione) in anestesia locale in quanto si tratta di una procedura dolorosa; l’articolazione verrà poi immobilizzata per un periodo variabile a seconda dei casi. In alcuni casi per l’allineamento è necessario l’intervento chirurgico.

Per la guarigione, è importante la fisioterapia per rinforzare la muscolatura interessata e recuperare la capacità di movimento.