Ipertonia plastica e spastica

L'Ipertonia è un aumento patologico del tono muscolare, facilmente visibile o riconoscibile al tatto. L’ipertono può essere spastico o plastico. L’ipertono spastico è distribuito nei muscoli flessori degli arti superiori e nei muscoli estensori degli arti inferiori. L’ipertono plastico, invece, è distribuito su tutti i muscoli in eguale maniera, sia sugli estensori che sui flessori.

L’ipertonia plastica e spastica sono spesso sintomi di malattie degenerative. Esempi di patologia di ipertono spastico sono l’ictus cerebrale o la sclerosi laterale amiotrofica ed esempio di patologia di ipertono plastico è il Parkinson. Quindi, nell’ipertono spastico i muscoli degli arti superiori stanno in posizione flessa e – se si cerca di distenderli – si incontra resistenza e “ritornano indietro”. Avviene l’inverso per i muscoli degli arti inferiori che dunque tendono a rimanere distesi e se si cerca di fletterli si incontra difficoltà. Nell’ipertono plastico, invece, nel momento in cui si va a fare un movimento di flesso-estensione, si incontrerà la stessa resistenza sia nella flessione che nell’estensione.

Il trattamento dell’ipertonia spastica o plastica si basa sulla fisioterapia e su un programma riabilitativo funzionale. In questi pazienti la mobilizzazione degli arti e la prevenzione di posture in accorciamento sono tra le cose più importanti da fare per prevenire e trattare l’ipertono muscolare. A questo scopo la fisioterapia ha il preciso ruolo di provvedere a un regolare e individualizzato programma di allungamento, insieme al corretto posizionamento degli arti e all’applicazione di protesi adatte. A seconda della patologia, il grado di spasticità e i problemi derivanti possono essere molto variabili.