Disturbi cognitivi e comportamentali dopo cerebrolesione acquisita

La Grave Cerebrolesione Acquisita GCA è un danno cerebrale dovuto a diverse cause, per esempio trauma cranio-encefalico, anossia o emorragia cerebrale, che determina una condizione di disabilità. La molteplicità dei danni può compromettere la persona globalmente, nei suoi aspetti comportamentali, familiari e sociali. 

La valutazione neuropsicologica permette di descrivere e quantificare i più frequenti deficit cognitivi e comportamentali quali:

  • difficoltà di orientamento personale, familiare, temporale e spaziale;
  • compromissione delle funzioni attentive;
  • compromissione delle funzioni della memoria;
  • compromissione delle funzioni di ragionamento logico;
  • compromissione delle abilità visuo-spaziali e percettive;
  • apatia, inerzia o agitazione, aggressività.

Le persone con disturbi cognitivi e/o comportamentali possono beneficiare di una riabilitazione neuropsicologica finalizzata a:

  • recupero dei deficit cognitivi e comportamentali;
  • favorire le capacità del soggetto di elaborare ed utilizzare le informazioni provenienti dall’ambiente;
  • migliorare l’adattamento funzionale nonostante il danno;
  • consentire un reinserimento sociale e lavorativo.