Distorsione

La Distorsione, conosciuta anche come storta o slogatura, è un danno a un'articolazione in seguito a movimenti bruschi di torsione e rotazione. Le articolazioni più a rischio di distorsione sono quella della caviglia, del ginocchio e della spalla, ma tutte le articolazioni del corpo possono essere interessate. La distorsione viene classificata in tre gradi:

  • I grado, quando c’è solo stiramento ma non rottura dei legamenti;
  • II grado, nel caso di rottura totale o parziale dei legamenti della capsula articolare;
  • III grado, quando è presente anche una lacerazione della capsula o dei legamenti, cui consegue una instabilità dell’articolazione e dislocazione (allontanamento) dei capi articolari (in particolare nel caso del ginocchio).

Le cause più frequenti sono cadute accidentali e traumi durante l’attività sportiva.

I sintomi, generalmente, sono dolore intenso, gonfiore, rigidità articolare o incapacità di muovere l’articolazione interessata, sensazione di calore, formazione di un ematoma.

Per una diagnosi corretta e attendibile generalmente si esegue una radiografia per eliminare il dubbio di una frattura; ulteriori accertamenti possono prevedere  un’ecografia e la risonanza magnetica (RM) per avere un quadro completo della lesione.

Appena avvenuta la distorsione, è necessario un trattamento immediato con applicazione di ghiaccio, riposo, elevazione dell’arto (il sollevare la gamba o il braccio). L'articolazione può essere immobilizzata con bendaggi o tutori e, nei casi più gravi, gesso.

Può essere utile una terapia antiinfiammatoria e antidolorifica.
Le lesioni di III grado, più gravi, di solito richiedono un intervento chirurgico.
Superata la fase acuta, può aiutare il recupero un programma di riabilitazione.

Il fare regolarmente stretching aiuta a migliorare l'elasticità muscolare e articolare e quindi a prevenire le distorsioni.