Aneurisma

Un aneurisma è un rigonfiamento simile a un palloncino di un'arteria. Questi vasi sanguigni sono dotati di pareti piuttosto spesse per resistere alla pressione sanguigna normale; tuttavia, alcune condizioni patologiche, genetiche o traumatiche possono danneggiare le pareti. In quel caso, la pressione del sangue che spinge contro pareti indebolite o danneggiate, può causare l'aneurisma. Un aneurisma può crescere fino ad arrivare alla rottura, con il conseguente pericoloso – e speso letale - sanguinamento all'interno del corpo. La maggior parte degli aneurismi si verifica nell'aorta, l'arteria principale che passa attraverso torace e addome. A seconda della posizione dove si verifica, si possono avere aneurismi dell'aorta addominale, dell'aorta toracica, aneurismi cerebrali o aneurismi delle arterie periferiche, come quelle femorali o la poplitea. I sintomi di un aneurisma variano a seconda del tipo e della posizione. Un aneurisma dell'aorta, però, finché non si ha la rottura della parete, non presenta sintomi, circostanza che lo rende molto insidioso. Il disturbo colpisce in modo prevlente le persone con oltre 50 anni, con incidenza maggiore fra i maschi. Fra i fattori di rischi, il fumo, il diabete, l'ipertensione, oltre a diverse cardiopatie. Oltre, naturalmente, a familiarità o predisposizione genetica. Generalmente, il trattamento dell'aneurisma è chirurgico, tradizionale o con la riparazione endovascolare e l'inserimento di uno stent, una rete metallica cilindrica che rafforza la parete dell'arteria.