Algodistrofia

L’Algodistrofia, conosciuta anche come sindrome da dolore regionale complesso o con la sigla CRPS (dall’inglese complex regional pain syndrome), si caratterizza per un dolore forte e bruciante (urente) che colpisce gli arti, localizzandosi in particolare nel tratto mano-spalla e nei piedi. Sebbene le cause non siano del tutte note, non si esclude che tale condizione derivi da una disfunzione congiunta dei sistemi nervoso, immunitario e dell’apparato circolatorio. In taluni casi insorge a seguito di eventi traumatici, come distorsioni, lesioni, fratture o ustioni.

La sindrome si manifesta in prevalenza nelle donne fra i 30 e i 50 anni e presenta generalmente tre stadi. Allo stadio 1, il dolore è accompagnato da un aumento della sudorazione, da crampi muscolari e da rigidità delle articolazioni. Allo stadio 2 si nota un’alterazione a livello delle unghie, che tendono a crescere più velocemente e a mostrare delle striature bianche. Possono essere presenti anche alterazioni del tono muscolare (distonia) e comparsa di osteoporosi. Allo stadio 3, la riduzione del volume dei tessuti (atrofia tissutale) e la perdita di massa muscolare sono così gravi da diventare irreversibili.

La diagnosi passa attraverso lo studio dei sintomi (presenza di dolore regionale), l’osservazione della cute (secchezza, pallore, sottigliezza sono indizi importanti) e la ricerca di eventuali traumi che, in precedenza, abbiano interessato la zona dolorante. Test diagnostici utili sono inoltre indagini radiografiche e la scintigrafia.

Non vi è, ad oggi, un trattamento specifico per curare l’Algodistrofia. Gli antinfiammatori non steroidei (FANS come l'aspirina e l'ibuprofene) e i corticosteroidi (prednisolone e metilprednisolone) hanno un’azione transitoria. Poiché la sindrome tende a debilitare lo stato psichico, possono essere consigliati anche farmaci antidepressivi (amitriptilina e nortriptilina), associati a una terapia psicologica o cognitivo-comportamentale. La fisioterapia è efficace qualora aiuti a evitare complicanze o l’immobilità della parte del corpo interessata da Algodistrofia.