ICS Maugeri S.p.A.: Mario Melazzini e Walter Ricciardi protagonisti di “Ansa Incontra”  

Nov
23

“Ansa Incontra” ha trasmesso via streaming, il 20 novembre, un interessante approfondimento sui 55 anni di Fondazione Maugeri. Oggi ICS Maugeri S.p.A. conta 17 istituti, di cui nove Irccs, in sei diverse regioni italiane. L’evento si è rivelato un’occasione importante per parlare della storia dell’istituzione, ma soprattutto per riflettere sulla situazione attuale legata alla pandemia da SARS-CoV-2. Hanno preso parte all’appuntamento due figure centrali per ICS Maugeri S.p.A., l’Amministratore Delegato Mario Melazzini e il Direttore Scientifico Walter Ricciardi.

Ora disponibile sul sito Ansa.it, l’appuntamento ha voluto ricordare con affetto il medico e studioso Salvatore Maugeri, soffermandosi anche sulle peculiarità e inefficienze del nostro SSN.

Salvatore Maugeri è un manager e un visionario che in tempi non sospetti aveva già capito quanto la medicina del lavoro e la riabilitazione sarebbero diventate importanti per garantire alla popolazione una vita più lunga e di maggior qualità”, ha commentato Walter Ricciardi. “Ancora oggi l’Italia è un paese longevo, ma trascorriamo gli ultimi anni della vita in salute precaria: per questo dobbiamo continuare a seguire gli insegnamenti di Maugeri”. Durante la pandemia diventa ancor più fondamentale agire seguendo le evidenze scientifiche. “Gli Istituti Clinici Maugeri contribuiscono a garantire la sostenibilità del SSN e la qualità di vita dei cittadini”, ha affermato Ricciardi.

A febbraio siamo stati investiti e stravolti da uno tsunami legato a un evento improvviso non completamente aspettato. Il virus ha messo a dura prova il sistema, che forse inizialmente ha ipotizzato di poter gestire con l’organizzazione in essere qualcosa che non ci si aspettava potesse avere un impatto così devastante”, ha commentato Mario Melazzini. “Il nostro sistema è molto efficiente, ma non ha considerato quello che potenzialmente poteva essere il ruolo del territorio in questi mesi particolari. Gli ospedali sono diventati dei cluster di diffusione della patologia. Col senno di poi tutto sembra più semplice, ma ciò che mi sento di dire è che effettivamente ora il sistema va ripensato, non solo a livello regionale lombardo”. Nei prossimi mesi sarà fondamentale integrare nuove risorse e intercettare nuove professionalità, rafforzando così il ruolo della medicina territoriale. In ogni caso, ha specificato Mario Melazzini, “Il sistema è stato in grado di mettersi a disposizione a seguito di una domanda di salute devastante legata alle esigenze della pandemia, riconvertendo completamente il sistema assistenziale. L’ha fatto ICS Maugeri S.p.A. e non solo”.

Dall’evento è emersa chiara e innegabile l’esigenza di tutelare di più operatori sanitari e pazienti, garantendo i dispositivi di protezione adeguati. In un contesto così difficile, serve una leadership forte, capace di assumersi responsabilità e fare delle scelte: come sottolineato anche da Mario Melazzini, “servono indicazioni precise da rispettare pedissequamente. ICS Maugeri, nel suo piccolo, già lo fa: nel momento dell’emergenza ci siamo messi a servizio del territorio, cambiando completamente i nostri setting e valorizzando i principi e l’esperienza di Salvatore Maugeri.” Si punta oggi, con percorsi riabilitativi, al sostegno dei pazienti guariti da Covid-19 ma ancora affetti da patologie derivanti dall’infezione.

 

Per maggiori informazioni:

https://www.ansa.it/sito/notizie/ansa_incontra/2020/11/19/istituti-maugeri-55-anni-di-riabilitazione-e-medicina-del-lavoro_3a2500cd-fc4f-424d-9892-6e62eebebc51.html