Tac collo con e senza contrasto

La tomografia computerizzata (TC) del collo è un’indagine diagnostica per immagini che utilizza radiazioni ionizzanti (raggi X) per lo studio delle strutture che ne fanno parte: faringe, laringe, tiroide, linfonodi, vasi arteriosi e venosi.

È un esame utile principalmente per studiare formazioni benigne o maligne.

Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino che si muove orizzontalmente all'interno di un tubo radiogeno aperto davanti e dietro e invitato a rimanere fermo  per ottenere immagini di qualità. Le informazioni vengono raccolte da un computer che elabora le immagini leggibili in tutti i piani dello spazio.

La durata dell’esame è di circa 15 minuti. Considerato che il collo racchiude molte strutture in uno spazio ridotto è importante eseguire l’indagine con mezzo di contrasto (iniettato per via endovenosa) in quanto, questo permette di distinguere meglio le strutture. In questo caso il paziente per sottoporsi all’esame deve presentarsi a digiuno da almeno 6 ore. Non è necessario sospendere eventuali terapie in corso. Senza mezzo di contrasto non è prevista nessuna preparazione. L’esame non è doloroso, il paziente avvertirà soltanto un leggero rumore provocato dal macchinario. L'iniezione del mezzo di contrasto può causare una sensazione di calore. La TAC è sconsigliata alle donne in gravidanza.