Scintigrafia articolare segmentaria

La scintigrafia ossea denominata anche articolare segmentaria è un esame di diagnostica per immagini che prevede la somministrazione di un tracciante radioattivo per ottenere immagini che permettono di studiare una parte (segmento) dello scheletro. Al paziente viene somministrato per via endovenosa una piccola quantità di farmaco radioattivo, (traccianti osteotropi, difosfonati marcati con Tecnezio 99m) che si accumulano in quantità maggiori nelle zone patologiche rispetto al tessuto sano. Il paziente dopo un’attesa di tre ore durante le quali deve bere un'abbondante quantità di acqua, viene fatto sdraiare su un lettino fisso, le testate dell'apparecchio (gamma camera) compiranno movimenti rotatori o traslatori intorno all'organismo per acquisire immagini del segmento scheletrico da esaminare. La scintigrafia ossea è indicata per: valutare la stadiazione pre-operatoria e follow-up di tumori; verificare la presenza di metastasi; studiare l’estensione dei tumori ossei primitivi e le malattie infiammatorie (artrite reumatoide). Per l’esecuzione della scintigrafia non è richiesta nessuna preparazione. La durata dell’esame è di circa tre ore ed è controindicato per le donne in gravidanza, in fase di allattamento e per i soggetti allergici ai fosfonati.