Broncoscopia con fibre ottiche

La broncoscopia è un esame diagnostico che in caso di sospetto tumore o infezione polmonare consente l’osservazione della laringe e delle vie aeree superiori (trachea, bronchi). Per l’analisi ci si avvale di una sottile sonda flessibile di forma tubulare composta da fibre ottiche (broncoscopio), alla cui estremità è presente una telecamera.

Per eseguire la broncoscopia il paziente non può mangiare né bere nelle sei ore precedenti l’esame, ed è necessario che tolga eventuali apparecchi dentali mobili o gli occhiali. Per ridurre l’ansia e alleviare il fastidio causato dalla sonda vengono somministrati un sedativo e un anestetico locale (spray). Disteso su un lettino, al paziente si inserisce con delicatezza il broncoscopio attraverso la narice o la bocca. Qualora il medico lo ritenga necessario, oltre a osservare le vie aeree è possibile prelevare un campione da analizzare. Durante la broncoscopia saranno costantemente monitorati pressione arteriosa, quantità di ossigeno nel sangue, frequenza cardiaca e il paziente potrebbe avvertire lo stimolo a tossire. Il broncoscopio non impedisce la normale respirazione.

L’esame dura in genere 15-20 minuti. Prima di tornare a casa è previsto un periodo di osservazione di 2-4 ore.