Ecocolordoppler dell'aorta e degli assi iliaco-femorali

L’eco-Doppler e l’ecocolor-Doppler sono ecografie specifiche che consentono di rivelare la velocità del flusso sanguigno attraverso degli ultrasuoni emessi da una sonda. La sonda è quella ecografica e gli ultrasuoni (delle onde sonore ad alta frequenza che non possono essere udite dall’orecchio umano) rimandano un segnale che viene interpretato  da calcolatori e visualizzato su un monitor. Allorché questi ultrasuoni incontrano un vaso sanguigno ristretto (per un processo patologico) l’apparecchiatura registra un aumento del segnale (perché nel segmento di restrizione i globuli rossi hanno una velocità accelerata); in caso di ostruzione totale di un vaso il segnale sarà del tutto assente.

Pertanto, l’esame è molto utile per rilevare la presenza di aneurismi o restringimenti dell’aorta e delle arterie iliache e femorali. i primi possono andare incontro a rottura, e quindi la loro diagnosi tempestiva è essenziale, mentre i secondi possono determinare un rallentamento della circolazione verso le gambe.

L’esame non è invasivo, è del tutto innocuo, dura una quindicina di minuti circa: il paziente viene fatto stendere su un lettino, quindi sulla parte da esaminare viene spalmato un gel denso, dopo di che la sonda (delle dimensioni di una saponetta) viene appoggiata sulla zona da esaminare: sul monitor si vedranno le immagini e in base a queste sarà possibile formulare la diagnosi.