Patologie senologiche

Le patologie della mammella riguardano alterazioni o lesioni palpabili o non palpabili che possono insorgere in donne di qualsiasi età. Possono essere di natura benigna (come cisti o fibroadenomi, generalmente con contorni ben definiti e regolari), oppure maligna (lesioni fisse e dure, con i contorni irregolari).

Alcune patologie benigne possono essere dolorose o provocare fastidi, altre non causano alcun disturbo e devono solo essere monitorate nel tempo. Generalmente il trattamento chirurgico per queste patologie è riservato solo in casi sintomatici (ad es. nodulo dolente o in accrescimento, oppure secrezione dal capezzolo). Le cause dell’insorgenza di questo tipo di patologie sono molteplici: ormonali, genetiche o multifattoriali.

Un ruolo importante per caratterizzare queste patologie è rivestito dall’esame clinico e dalla diagnostica per immagini (mammografia, ecografia mammaria, eventuale risonanza magnetica e tomosintesi), ma la caratterizzazione istologica è possibile solo con procedure invasive (ad es. agoaspirato o agobiopsia) laddove indicato. Sulla base del quadro clinico e dell’esito dell’eventuale biopsia, viene proposto alla paziente il successivo percorso diagnostico-terapeutico.