Cardiopatie valvolari

Le cardiopatie valvolari possono alterare la circolazione del sangue all’interno del cuore. Se dovute a un restringimento delle valvole limitano la quantità di sangue pompata nel cuore, se dovute invece a chiusura incompleta delle valvole possono causare riflusso sanguigno. Possono essere di natura congenita o acquisite, per esempio in seguito ad una infezione.

Causano senso di stanchezza, affanno, senso di oppressione sul petto, palpitazioni o battiti irregolari e possono influire sulle normali attività. .A volte non manifestano alcun sintomo e solo attraverso una visita cardiologica è possibile individuarle.

La diagnosi oltre ad esame obiettivo può prevedere l’esecuzione di esami strumentali quali ecocardiogramma, ecocardiogramma con ultrasuoni, risonanza magnetica, radiografia del torace.